Il neuroma di Morton è una sindrome caratterizzata da acuto dolore alla pianta del piede, localizzato alla base del 3° e del 4° dito (il 1° è l’alluce)
  neuroma di morton
 

Che cos’e’ un neuroma di Morton?
E’ semplicemente l’aumento di volume di un nervo sensitivo interdigitale, solitamente quello passante nel terzo spazio intermetatarsale, provocato da uno stimolo irritativo cronico di natura meccanica che causa la crescita di tessuto cicatriziale fibroso intorno al nervo stesso, subito prima della sua biforcazione alla radice delle dita.

Dr. Massimo Drommi
drommi@libero.it
Clinica Mater Dei
via Bertoloni 34, Roma
Tel. 06 802206060
cell. 3386996813


 
 

La Diagnosi per il trattamento del Neuroma di Morton

E’ Fondamentale nel trattamento di tale affezione.
Molte altre condizioni morbose possono infatti assomigliare a tale sindrome portando ad un errore terapeutico.


Molte affezioni provocano dolore nella stessa sede venendo confuse con un Neuroma, portando alla rimozione erronea del nervo interdigitale.

• Metatarsalgia da sovraccarico meccanico del terzo o quarto raggio metatarsale
• Sindromi algodistrofiche del piede.
• Sinoviti e capsuliti della terza articolazione metatarso falangea
• Sublussazioni articolari legate a malallineamenti dell’avampiede.
• Artriti degenerative e malattie reumatiche che possono interessare le articolazioni adiacenti alla classica localizzazione del neuroma, come nell’artrite reumatoide e in quella psoriasica
• Necrosi avascolari, condizione degenerativa causata da stress costanti sulle ossa metatarsali talmente importanti da provocarne la necrosi su base circolatoria.




La diagnosi e’ certa quando coincidono:

• La sintomatologia
• L’esame clinico
• Le indagini strumentali
Le caratteristiche e la sede del dolore , di tipo crampiforme, urente, gia’ differenziano infatti tale sindrome dalle altre affezioni.






L’esame clinico eseguito da uno specialista rimane il tempo piu’ importante.

L’esperienza dell’esaminatore permettera’ di apprezzare palpatoriamente la presenza del neuroma mediante la manovra di “Mulder” o anche detto segno dello scatto.

Questa consiste nell’afferrare l’avampiede con una mano comprimendolo dai due lati, mentre il pollice dell’altra mano viene posto sul punto doloroso spingendo il neuroma tra 3° e 4° testa metatarsale.

In presenza di un ispessimento del nervo il chirurgo e il paziente avvertiranno un click, uno scatto al quale corrisponde un dolore acuto.



Il sospetto clinico deve essere sempre avvalorato da un riscontro strumentale.

In tal senso una risonanza magnetica dell’avampiede rappresenta’ l’esame di elezione di tale patologia.

Indagine non invasiva e affidabile evidenzia la presenza di una modificazione del nervo precisandone la sede e l’entita’, ma deve essere sempre correlata alla clinica che rimane l’indagine primaria per la diagnosi certa di neuroma di Morton.


 

 

realizzazione sito di Emanuele Chiesa - realizzazione siti internet a Roma, Milano Neuroma di Morton, del Dor. Massimo Drommi - Chirurgia percutanea cura del neuroma di morton
www.allucevalgochirurgia.it
 
eXTReMe Tracker